I Millenials e il cambiamento climatico

In seguito all’articolo sui Millenials pubblicato sul blog, ho continuato le mie personali ricerche su questa speciale generazione a cui appartiene anche il sottoscritto.

In particolare mi interessava conoscere quale fosse l’atteggiamento dei Millenials nei confronti del cambiamento climatico e dello sviluppo sostenibile.

Così, girovagando per il web, mi imbatto nel “suono” di due campane totalmente discordanti: c’è chi trova nelle nuove generazioni un immobilismo verso lo sviluppo sostenibile ancora più avvilente rispetto al passato e chi invece prende le distanze dai propri “genitori” e soprattutto da chi manovra dall’alto le dinamiche industriali ed ambientali del mondo (si veda sotto la voce Donald Trump).

Da un lato Nayanika Kapoorn nel  suo “Millennials should prioritize climate change” sottolinea come i giovani siano poco  disponibili a sacrificare i loro comfort per ridurre l’impatto sull’ambiente, anche nei piccoli gesti quotidiani come utilizzare meno acqua per l’igiene personale o della casa. Al tempo stesso, specialmente sui social network, gli stessi ragazzi sembrano prendere molto a cuore la tematica e si dicono preoccupati per il futuro, un futuro nemmeno troppo remoto. In sostanza, la giornalista del Daily Trojan, evidenzia come i Millenials siano ben disposti a schierarsi a favore dello sviluppo sostenibile ma, al contempo, di come facciano un’enorme fatica a trasformare le proprie idee e convinzioni in azioni reali che possano effettivamente avere una ricaduta positiva sull’ambiente.

Di tutt’altro parere è Shaandiin Cedar, del GreenBiz group che prende nettamente le distanze dal presidente Trump e dalla sua decisione di abbandonare l’accordo di Parigi.

ignoring_trump_0

La Cedar sostiene che i Millenials siano già parte del cambiamento. Infatti, con i propri acquisti, muovono milioni di dollari dalle aziende ancora carenti sotto il profilo dell’impatto ambientale verso aziende che mostrano alti livelli di responsabilità sociale e ambientale. Con i piccoli gesti, che si moltiplicano per milioni di individui, i Millenials stanno già contribuendo a modificare le abitudini dei consumi nell’economia moderna.

E voi cosa ne pensate, il ruolo dei Millenials può dimostrarsi cruciale nella battaglia contro il cambiamento climatico e tutti i problemi ad esso connessi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Cecilia and me

Andando contro vento

Vita da Gnoma

Benvenuti da Gnoma Irma!

La Volpe Spettinata

TUTTI I GIORNI UN NUOVO ARTICOLO!

tramineraromatico

fuori dal gregge

Sapori&Territorio

la conosceza, aiuta ad una vita consapevole

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Fine Della Storia

| Impossibile è una parola che esiste solo nel vocabolario degli stupidi ° Napoleone |

Arturo Caissut

Impressioni di un Ingegnere viaggiatore

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: